Archive | articoli RSS for this section

Plant-based nutrition coaching

la mia bruschetta estiva per l'esame alla Rouxbe School

la mia bruschetta estiva per l’esame alla Rouxbe School

Tra una cosa e l’altra sono volati altri 3 mesi, e da settembre ne sono successe di cose.
La prima è che mi sono diplomata con la Rouxbe Cooking School, ed ho ottenuto il Certificate in Plant-based Professional Cooking (link).
La seconda è che mi sono diplomata pure in Plant-Based Nutrition (link) con il corso organizzato da Colin T. Campbell e  Thomas M Campbell (autori del China Study) nel loro Center of Nutrition Studies dell’Università Cornell di Ithaca (NY – USA). L’ho frequentato online grazie alla piattaforma eCornell.

Dice: e quindi?
E quindi dopo 5 anni di letture e studi mi sento abbastanza allenata adesso per iniziare una nuova avventura, che è quella del plant-based coaching.
Dice: e che significa?
Significa che se c’è qualcuno che vuole imparare come alimentarsi in modo più salutare e meno impattante sul pianeta senza per questo condannarsi ad una vita di insalate insipide e verdure alla griglia, eccomi. Sono l’allenatrice giusta. Io AMO mangiare e AMO vivere, in salute.
In questi ultimi 5 anni, studiando e sperimentando ho trovato il modo per vivere bene e mangiare con gusto, senza sacrifici, stando in salute senza medicine, e a tutto beneficio del pianeta e degli animali. Una ricetta che voglio condividere.

Sono disponibile ad affiancare le persone (singole, coppie, piccoli gruppi o classi), per insegnare loro come fare la spesa, come leggere le etichette, come cucinare piatti gustosi con ingredienti 100% di origine vegetale. Corsi di mezza giornata, giornata intera o incontri settimanali. Di persona (le mezze giornate o giornate intere) o a distanza (via skype per consulenze periodiche).

Non solo, ormai con l’esperienza che sto facendo grazie alla Starch Solution (piano nutrizionale concepito dal Dottor John McDougall) e allo stile Engine2 pensato sulle direttive nutrizionali del mitico Dr. Esselstyn, e grazie anche ai corsi che ho completato, sono in grado anche di assistere chiunque voglia imparare a cucinare SENZA OLII o MARGARINE, per prevenire e guarire le malattie cardiache e per affrontare obesità, sovrappeso, diabete di tipo 2 e tutte quelle patologie connesse con l’alimentazione (sono parecchie, anche le più insospettabili).
Dice: e ma adesso esageri.
Dico: no, affatto. Ho le prove, e sarà mia cura portarle a sostegno di ciò che faremo insieme.
A proposito… altri medici di riferimento per la mia formazione, oltre ad Esselstyn, Campbell e McDougall già citati, sono: Dr Michael Greger (link) e Dr. Dean Ornish (link).

Svolgo il servizio di “plant-based coaching” (allenamento all’alimentazione a base vegetale), di persona per chi vive a Roma, e in affiancamento via skype per chi è distante (anche in Inglese).

Se siete interessati, per voi stessi o per una persona cara, scrivetemi.
Se volete regalarvi o regalare una giornata orientativa o un corso, idem.
Se volete organizzare un corso strutturato per una classe, come sopra.

Ci sono regali che aprono mondi nuovi. Questo è uno.

PS la mia consulenza è principalmente orientata alla scelta, conservazione e preparazione dei cibi di origine vegetale. NON è una consulenza di natura medica, quindi se avete patologie diagnosticate sarò felice di lavorare in affiancamento al vostro medico,  qualora vi abbia consigliato (o prescritto) una alimentazione a base vegetale.

V(e)V sta con Erri

laparolacontraria

 

Io sto con Erri, eccome.

Avevo promesso che sarei tornata a vivere dopo un periodo di fermo vegetativo, ebbene mantengo. Torno con una provocazione alla lettura, un’istigazione al pensiero. Al mio innanzitutto e al vostro se vi andrà di lasciarvi sfrugugliare. Il libro che vedete fotografato qui sopra è la mia copia vissuta dell’ultima pubblicazione a firma di Erri de Luca (scrittore che mi piace assai). Nell’audio (la barra sotto alla foto) ve ne leggo qualche riga.

Mi sento a posto, non infrango leggi sul copyright giacché sul volume non è riportata la famigerata frase che di solito è piantata nel bel mezzo della seconda o terza pagina a spaventare quelli sbagliati. Qui non ci sta.
Di più, l’assenza pare un invito alla condivisione. Forse anche per questo ci sono state già tante letture pubbliche di questo piccolo libro dal pensiero grande.

La mia lettura è l’antipasto. Il resto lascio che siate voi a procurarvelo. Costa solo 4 euro. Fidatevi, sono ben spesi.
Si parla di libertà, di diritti, di umanità, di sabotaggio obbligatorio dei piani dei prepotenti.
Perché la prepotenza va sabotata, sempre.

 

Buon ascolto e buona lettura.

Lunedì senza carne (facciamo vegan che è meglio)

Oggi è lunedì, e anche Viva e Vegeta promuove “Meatless Monday“.

Cos’è Meatless Monday? letteralmente significa lunedì senza carne, è un movimento nato negli Stati Uniti che si sta diffondendo anche in Europa, per limitare il consumo di carne e -più in generale- di tutte le proteine animali. Perché fare questo? I motivi sono almeno 3.

1) Per ridurre il rischio di malattie: è provato che il consumo attuale medio di proteine animali e una delle cause principali di  parecchie patologie gravi: cardiopatie, tumori, osteoporosi, eccetera.

2) Per la salvaguardia del pianeta: è provato che l’inquinamento prodotto dagli allevamenti intensivi è il maggior responsabile del cosiddetto effetto serra.

3) Per sottrarre alla barbarie con cui vengono allevati e poi uccisi miliardi di animali senzienti. Le condizioni di allevamento intensivo cui sono sottoposti i capi di bestiame, che poi arrivano macellati nei nostri piatti, sono a dir poco agghiaccianti; gli animali vengono imbottiti di farmaci, torturati e indeboliti, e il risultato è che alla fine sono praticamente velenosi per il nostro organismo.

Grazie alla rete, cominciano ad essere disponibili molti documenti (anche molti documentari) per poter approfondire questo argomento. Oltre a consigliarvi il blog di Meatless Monday Italia, che promuove anche il Fishless Friday… vi segnalo un primo VIDEO, mi raccomando però di non fermarvi a questo, ma di vederne anche altri (come ad esempio “Food inc” o il discorso di Yourofsky), perché il tema ci riguarda da vicino tutti, e merita un approfondimento serio. Buona visione e buon lunedì senza proteine animali.

Se vi state chiedendo cosa poter mangiare, senza ricorrere a carne, pesce, uova o latticini… ecco un bel blog con tantissime ricette.

ATTENZIONE dal 25 aprile 2016 l’email di Viva(e)Vegeta è un po’ cambiata, ora è vivaevegetaradio chiocciola gmail punto com!